Metropolis

Metropolis è la storia di ventiquattr’ore. Gli scatti di vita metropolitana, immobili o velocissimi, finiscono sulla tela per comporre la giornata immaginaria di un viaggiatore che attraversa i continenti e sintonizza le lancette del suo metabolismo immaginativo su quelle del fuso orario.

Prende lentamente coscienza, dalla postazione di soggiorno di una suite d’hotel, degli elementi che circondano la sua piacevole sensazione di spaesamento, i dettagli e le circostanze, la magnificenza del panorama, l’alba di color metallo che lo aspetta al di là della finestra.

 

Metropolis is the 24 hours history. The shots of metropolitan life, still or very quick, end up on the canvas to create the fantasy  day of a traveller that goes across continents and harmonize the hands of his imaginative metabolism with those of the jet lag.

Slowly becomes conscious, sitting in the living room of a hotel suite, of the elements that surround his pleasant sensation of feeling lost, the details and circumstances, the magnificence of the view, the sunrise of metal colour that waits for him outside the window.

Expo